Si arricchisce e si sviluppa il “Progetto Pop-App”, con un Centro studi, un convegno internazionale, una rivista online, un nuovo spazio espositivo e quattro esposizioni temporanee.