Al via la terza edizione di Borgate dal Vivo

Performing Alps_copertina FBAl via il 16 giugno Borgate dal vivo, il festival letterario delle borgate alpine che per la III edizione percorrerà oltre 2000 km attraverso l’Italia e si svilupperà in 93 giorni, interessando 7 regioni (Piemonte, Liguria, Valle d’Aosta, Lombardia, Friuli Venezia Giulia, Veneto e Umbria), 47 comuni,16 festival in rete, per un totale di 50 eventi. È il festival più grande d’Europa dedicato ai territori più piccoli: i borghi e le borgate alpine. Per l’edizione 2018 Borgate dal Vivo si amplierà in Performing Alps: oltre alla letteratura, comprenderà anche altre forme artistiche, dal teatro, alla musica, al cinema, alla danza. Tra i numerosi e rinomati ospiti: Marco Paolini, Elio Germano, Giuseppe Cederna, Cristiano Godano, Marco Balzano, Marco Marsullo, Mirkoeilcane, Giusi Marchetta, Rosella Postorino, Matteo Bussola, Valentina Farinaccio, Roberto Camurri e molti altri ancora da scoprire.

Sabato 16 giugno alle ore 21 il giovane cantautore romano Mirkoeilcane aprirà il festival Borgate dal vivo 2018 con “Secondo me tour”, dall’omonimo album pubblicato lo scorso febbraio. L’artista ha partecipato al Festival di Sanremo 2018 nella categoria “Nuove proposte” con il brano “Stiamo tutti bene” e si è classificato al secondo posto aggiudicandosi il Premio della Critica “Mia Martini” nella sua categoria.

Il concerto, ad ingresso libero, si terrà nella suggestiva cornice della fortezza dell’Annunziata ed inaugura il calendario di appuntamenti di Borgate dal vivo: con questo evento non solo si valorizza con la sua presenza, un giovane artista emergente, ma anche i temi da lui trattati.

Infatti, uno degli elementi del festival è la commistione tra i luoghi ospitanti e gli eventi. In questo caso, le tematiche relative all’immigrazione, portate avanti dal cantautore, ben si legano a Ventimiglia, luogo di confine, spesso coinvolto sul tema dell’immigrazione. Ma sarà anche una festa, una festa per tutti, per inaugurare la nuova stagione teatrale del progetto dedicato ai piccoli borghi e alle borgate alpine. Il festival parte per la seconda volta consecutiva dal mare, andando ad unire idealmente una città marittima, con i piccoli comuni delle Alpi.

Sabato 16 e domenica 17 giugno

Parole contro le fiamme

L’UOMO CHE PIANTAVA GLI ALBERI 

22 luoghi: 19 librerie, 1 biblioteca, 2 municipi, per un’iniziativa tra Italia e Portogallo.

Diversi attori realizzeranno a Porto, a Torino, in Valle di Susa e a Pedrogão, la lettura integrale del romando di Jean Giono. 

Sabato 16 giugno, Torino

Domenica 17 giugno, Valle di Susa 

Borgate dal vivo ospita, nella sua prima tappa Piemontese, un’iniziativa di Assemblea Teatro. Un ponte ideale tra Valle di Susa, Torino e Portogallo, tra letteratura e ambiente.

Il 17 giugno 2017 a Pedrógão, in Portogallo, un’apocalisse di fuoco causò un disastro senza precedenti. Le fiamme indomabili, causarono la morte di 66 persone. In Valle di Susa, tra fine ottobre e inizio novembre dello stesso anno, uno scenario meno apocalittico, ma altrettanto preoccupante, ha tenuto col fiato sospeso non solo le montagne coinvolte dai roghi, ma anche la stessa città di Torino, investita da una colonna di fumo visibile persino dai satelliti.

Il 16 e 17 giugno 2018 ricorderemo le vittime dell’incendio in Portogallo e celebreremo una rinascita, leggendo in contemporanea il testo di Jean Giono “L’uomo che piantava gli alberi”, in diverse librerie, unendo con un ponte ideale Italia e Portogallo.

Avigliana
Avigliana

Saranno coinvolte le librerie del Consorzio Librerie Torinesi Indipendenti e 6 librerie della Valle di Susa. Nello stesso momento, a migliaia di chilometri di distanza verranno letti gli stessi brani nella storica libreria Lello di Porto e nelle librerie della città portoghese e nella regione di Pedrógão. Assemblea Teatro, curerà le letture, dando continuità così al progetto editoriale avviato da COLTI e sostenuto dalle librerie valsusine.

L’evento fa parte del festival Borgate dal vivo 2018, il primo festival delle borgate alpine, nato proprio in Valle di Susa e divenuto in tre anni il festival letterario più grande del nostro territorio. Tre enti uniti per il sostegno all’ambiente e alla cultura, che uniti possono portare a grandi risultati.

In Portogallo sostengono il progetto l’Associazione culturale Apuro e l’omonima casa editrice. L’iniziativa tra Italia e Portogallo sarà inoltre inserita da Pedrogão tra le commemorazioni ufficiali in memoria delle vittime del rogo proprio il 17 giugno. L’evento ha il patrocinio del Corpo Anti Incendi Boschivi del Piemonte. Durante le letture sarà possibile acquistare in tutte le location uno dei due volumi “L’uomo che piantava gli alberi” e “Il tempo è un albero che cresce”, le cui vendite andranno a sostegno degli stessi AIB.

Museo Della Montagna
Museo Della Montagna

L’obbiettivo del Festival è di contribuire alla rinascita e alla lotta contro lo spopolamento dei borghi e delle borgate alpine. Gli eventi, tutti in forte relazione con i luoghi che li ospitano, sono rivolti sia agli abitanti di queste aree periferiche, che vengono sempre più rivalutate da un punto di vista ambientale e architettonico, sia al grande pubblico che può riscoprire piccoli luoghi di grande bellezza. Borgate dal vivo, nato nel 2016, è diventato Festival internazionale nel 2017 grazie alla EFFE Label, riconoscimento europeo dell’European Festival Association (EFA); quest’anno è uno dei progetti scelti dal Mibact (Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo), per l’Anno europeo del patrimonio culturale.

About Staff

    You May Also Like